R5 - 1° RICHIAMO ALLA COERENZA DEL 2018
>una dote facile da pretendere ma difficile da vivere<
In una persona o in un partito politico, la coerenza è la corrispondenza reciproca tra pensiero o ideologia, parola o dichiarazioni ufficiali e comportamenti o iniziative concrete, di modo tale che il modo con cui si esprime pubblicamente una persona o un partito è allineato ai comportamenti o alle iniziative concrete e questo permette di risalire al pensiero o all’ideologia sottostanti - essendo tre gli elementi in gioco, pensiero o ideologia, parola o dichiarazioni ufficiali e comportamento o iniziative concrete, la coerenza può avere come punto di partenza ciascuno di essi, dando origine ad altrettanti tipi di coerenza, rispettivamente coerenza logica, fittizia o pragmatica - la coerenza logica proviene da una esperienza o da una conoscenza complete e da ragionamenti rigorosi, la coerenza fittizia deriva dall’esibizionismo o dalla demagogia, la coerenza pragmatica deriva sempre da un sano realismo.
COERENZA E LIBERTÀ - il proseguo del discorso cambia a seconda che ci si riferisca alle persone o ai partiti politici - non tutte le persone sono capaci di essere coerenti ma non esserlo non dovrebbe essere considerato motivo di critica o di biasimo, ciò che non va è rimproverare ad altri la loro incoerenza dichiarando se stessi coerenti e poi dimostrare di non esserlo - la coerenza invece è un presupposto essenziale di qualsiasi partito politico, la cui incoerenza ne mina dalle fondamenta la legittimità.
CONSAPEVOLEZZA E UMILTÀ - quindi prima ancora che sentirsi tenuto a essere coerente, chiunque dovrebbe prendere atto della propria reale coerenza, di modo tale che se non si sente capace di essere coerente non predichi e non rivendichi questa dote, diventando così a suo modo coerente grazie alla sua umiltà - la fondazione di un qualsiasi partito o movimento politico impone invece una coerenza che dia la priorità a una ideologia forte che va adattata alle iniziative concrete effettivamente realizzabili, dando quindi la priorità al pensiero e al comportamento e solo successivamente verrebbero i manifesti ideologici e le dichiarazioni ufficiali.
>L’unica coerenza valida è quella che parte da un pensiero completo adattato a ciò che è realizzabile, altrimenti la coerenza è fittizia<
Gian Franco Dettori - do11mar2018
R4<<TUTTI SCONFITTI, SOPRATTUTTO I 5 STELLE
IL MODELLO DI PERSONA COERENTE>>R6 
 
Se questo richiamo vi è piaciuto potete condividerlo
sTwitter, su Facebook, su Google+, su LinkedIn o su Pinterest
usando i tasti sotto il testo
 
Richiami attinenti
 
R6 - IL MODELLO DI PERSONA COERENTE >un riferimento logico-pragmatico non sempre esemplare
R23 - CULTURA, SAPERE E CONSAPEVOLEZZA >i vari tipi di cultura e il ruolo di educazione, esperienze e persone stimate
R24 - LA CULTURA E L'IGNORANZA >sapienti, superbi, umili e arroganti
R25 - IL SAPIENTE E LA SAPIENZA >quando il sapere non è ostentato
R26 - IL SUPERBO E LA SUPERBIA >quando il sapere da risorsa preziosa monta la testa di chi lo possiede
R27 - L'UMILE E L'UMILTÀ >quando la propria ignoranza è riconosciuta senza ipocrisia
R28 - L'ARROGANTE E L'ARROGANZA >quando l’ignoranza è nascosta per esigenze emotive
R29 - CONOSCENZA E COMPETENZA >ignoranti, conoscitori inesperti e conoscitori esperti
R30 - LA DITTATURA DELL'IGNORANZA >perché spesso ha successo chi ha poca cultura
 
Pin It

logo lizard

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.  Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso clicca su "cookies policy"