R12 - LA TENTAZIONE DI RINNEGARE LE PROPRIE FRAGILI RADICI
>un'occasione ghiotta da lasciarsi sfuggire<
e elezioni del 4 marzo non hanno portato in Parlamento nessuna maggioranza perciò, a due settimane e mezzo dal voto, la coalizione di centrodestra, che è stata la più votata, sta prendendo accordi con i 5S, Silvio Berlusconi si è detto disponibile a creare un governo di questo tipo con degli accordi che avrebbero come punto di partenza le elezioni a presidente del Senato di un senatore di Forza Italia e a presidente della Camera di un deputato dei 5S, anche se in campagna elettorale Silvio Berlusconi ha parlato di loro come di un pericolo, e da parte loro i 5S non gli hanno mai risparmiato critiche anche molto gravi.
UNA TRAPPOLA FATALE - ogni partito o movimento politico ha delle caratteristiche distintive irrinunciabili, e una costante tra le più sbandierate dai 5S da prima che nascessero fino all’ultima campagna elettorale è stata una critica a tutti i giochi politici di palazzo in cui pur di andare al potere si prendono accordi con quelli fino a poco prima erano degli avversari, unita ovviamente a un netto rifiuto di fare altrettanto - per questi motivi, come ho già scritto, per i 5S il risultato elettorale non sarebbe dovuto essere considerato alla stregua di una vittoria proprio perché non avendo loro la maggioranza gli era preclusa qualsiasi possibilità di governare coerentemente con quanto sostenuto prima - per questo quella di Berlusconi è una trappola che gli sta riuscendo benissimo in quanto poi potrà far notare come anche loro all’occorrenza si piegano al potere senza mettersi scrupoli di coerenza.
RESISTERE O MORIRE - ormai i 5S sono caduti nella trappola ma sono ancora in tempo per rifiutare qualsiasi accordo, costringendo destra e sinistra a fare un governo insieme come fanno da anni, con i 5S all’opposizione ma forti di fronte al loro elettorato - lo dico nonostante io contesti molti aspetti di un partito privo di solide fondamenta culturali, ma se anche loro dovessero cedere alla tentazione del potere sarà un’altra ennesima sconfitta per la politica italiana e direi anche l’inizio del loro progressivo declino, un declino secondo me inevitabile ma in tempi meno celeri.
>L’apparente apertura di Berlusconi ai 5S è una trappola in cui loro stanno cadendo ingenuamente<
Gian Franco Dettori - gi22mar2018
R11<<LA RAPPRESENTANZA POLITICA
VALERE PER GLI ALTRI O SOLO PER SE STESSI>>R13
 
Se questo richiamo vi è piaciuto potete condividerlo
sTwitter, su Facebook, su Google+, su LinkedIn o su Pinterest
usando i tasti sotto il testo
 
Richiami attinenti
 
R1 - UNA PROVA DI IMMATURITÀ >l’esito elettorale ha rivelato i limiti di una classe politica ancora poco matura
R2 - UN PERSONAGGIO INSIGNIFICANTE IN CERCA DI VISIBILITÀ >quanto giudicare negativamente è peggio che non giudicare per niente
R4 - TUTTI SCONFITTI, SOPRATTUTTO I 5 STELLE >perché quella che per altri sarebbe potuta essere una vittoria, per gli allievi di Beppe Grillo è una chiara sconfitta
R5 - 1° RICHIAMO ALLA COERENZA DEL 2018 >una dote facile da pretendere ma difficile da vivere
R6 - IL MODELLO DI PERSONA COERENTE >un riferimento logico-pragmatico non sempre esemplare
R7 - LA COERENZA POLITICA >l’ideologia prima di tutto
R8 - LA COERENZA STORICA NELLA POLITICA >la conoscenza del passato al servizio del presente per un futuro migliore
R10 - IL MODELLO DI POLITICO IDEALE >le doti che dovrebbe avere un buon politico
R20 - IL POLITICO PERFETTO >il profilo ideale di politico che emerge da sette doti
R29 - CONOSCENZA E COMPETENZA >ignoranti, conoscitori inesperti e conoscitori esperti
R38 - UNA SOLA SOLUZIONE VALIDA >come salvare la faccia di fronte all’impasse politica
 
Pin It

logo lizard

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.  Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso clicca su "cookies policy"