R48 - L'APPARENZA AFFIDABILE
>statistica, intuizione e maturità al servizio dell’opinione<
La quasi totalità delle nostre valutazioni e delle nostre scelte partono dalla fiducia (R67) che abbiamo nei confronti dell’apparenza, e non può che essere così perché se dovessimo diffidare di tutto ciò che possa destare sospetti di inganno saremmo costretti a perdere una tale quantità di tempo da rimanercene ben poco da dedicare ad altro, saremmo con le mani legate e condannati alla lentezza - la fiducia nella gran parte delle apparenze con cui abbiamo a che fare ogni giorno deriva da esperienze precedenti ed è continuamente confermata o aggiustata dalle nuove esperienze che ognuno di noi vive e che fanno sì che i criteri di fiducia varino da persona a persona, dando a ciascuno delle caratteristiche uniche che contraddistinguono ogni personalità rendendoci unici.
ESPERIENZE E DIFFERENZE - il primo fattore da cui dipende la fiducia nell’apparenza è la statistica che deriva dalle esperienze precedenti opportunamente assimilate e padroneggiate grazie all’intuizione e alla ragione per trarne delle regole generali di cui disporre in futuro di fronte a esperienze simili - dall’unione delle esperienze significative con la loro assimilazione più o meno consapevole deriva la maturità di ciascuno, una risorsa individuale che permette valutazioni e scelte diverse e calibrate che ognuno fa partendo da una base intuitiva che poi è sottoposta a un filtro razionale più o meno valido che può accettare, bloccare, correggere o amplificare l’intuizione - queste valutazioni e queste scelte mantengono comunque un grado variabile di incertezza e di soggettività che le rendono opinabili e relative, per cui non possiamo pretendere che siano condivise o accettate dalle altre persone.
FIDUCIA E UMILTÀ - la fiducia nella propria esperienza passata e nella propria intuizione presente non deve far perdere di vista i limiti dell’esperienza e dell’intuizione per cui a volte la maturità e il buonsenso devono indurci a sacrificare le nostre opinioni personali con umiltà, a vantaggio delle opinioni di altre persone di cui ci fidiamo, persone che hanno una esperienza maggiore o una intuizione migliore della nostra, sia in generale, sia in contesti specifici.
>Quando le esperienze e le intuizioni proprie sono limitate la maturità e il buonsenso devono indurci a fidarci di altre persone<
Gian Franco Dettori - me09mag2018
R47<<LA DISTRIBUZIONE DELL'APPARENZA
L'APPARENZA CERTA>>R49
 
Se questo richiamo vi è piaciuto potete condividerlo
sTwitter, su Facebook, su Google+, su LinkedIn o su Pinterest
usando i tasti sotto il testo
 
Richiami attinenti
 
R67 - FIDUCIA, DIFFIDENZA, PRUDENZA >fidarsi o meno della verità, dei ragionamenti, dei consigli altrui
R5 - 1° RICHIAMO ALLA COERENZA DEL 2018 >una dote facile da pretendere ma difficile da vivere
R6 - IL MODELLO DI PERSONA COERENTE >un riferimento logico-pragmatico non sempre esemplare
R21 - IGNORANZA E MALAFEDE >quando l’ignoranza non è una colpa e quando può creare molti guai
R23 - CULTURA, SAPERE E CONSAPEVOLEZZA >i vari tipi di cultura e il ruolo di educazione, esperienze e persone stimate
R24 - LA CULTURA E L'IGNORANZA >sapienti, superbi, umili e arroganti
R29 - CONOSCENZA E COMPETENZA >ignoranti, conoscitori inesperti e conoscitori esperti
R30 - LA DITTATURA DELL'IGNORANZA >perché spesso ha successo chi ha poca cultura
R44 - LA SCIENZA CHIUSA NEL PASSATO E LA SCIENZA APERTA AL FUTURO >il progresso come ricerca di conferme o come apertura alle novità
R46 - VARI TIPI DI APPARENZA >fiducia, certezza, incertezza, diffidenza
R47 - LA DISTRIBUZIONE DELL'APPARENZA >dall’apparenza all’opinione, alla verità, all’apparenza stessa o alla menzogna
R49 - L'APPARENZA CERTA >la cultura al servizio della verità
R50 - L’APPARENZA INCERTA >onorare la conoscenza rinunciando a contaminarla
R51 - L'APPARENZA INGANNEVOLE >l'arroganza di chi crede di sapere e la sapienza di chi sa di non sapere
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.  Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso clicca su "cookies policy"