Stampa
Visite: 739
R50 - L’APPARENZA INCERTA
>onorare la conoscenza rinunciando a contaminarla<
Di fronte a un'apparenza (R46, R47) che non suscita abbastanza fiducia o sfiducia (R48), e che non ha i presupposti di essere considerata né certa (R49) né ingannevole (R51), quindi falsa, ci si può porre in due maniere diverse:
- 1 - pretendere di collocare i dati apparenti nell'ambito di convinzioni affidabili, o peggio di certezze assolute o di falsità inaccettabili, magari propendendo per la direzione più conveniente per sé o per altre persone
- 2 - riconoscere a se stessi e alle altre persone che i dati non sono sufficienti per collocare correttamente quell’apparenza nell'ambito della fiducia o della sfiducia, delle certezze o delle falsità, o che non si dispone dell’esperienza o delle conoscenze che permettano di accettarla o meno.
USARE O ONORARE LA CULTURA - la differenza tra chi tratta con leggerezza le conoscenze considerandole, parlandone o anche scrivendone come probabilmente vere o false, come assolutamente vere o come indubbiamente false pur non potendoselo permettere, a volte preferendo la scelta più conveniente, e chi invece le tratta con riguardo, rispecchia un diverso atteggiamento verso se stessi e verso la collettività, una differenza che vede da un lato il rifiuto dell’incertezza associato al bisogno di avere, esprimere o addirittura ostentare convinzioni o certezze che non possono essere considerate tali, usando e piegando la conoscenza per i propri interessi materiali o di visibilità (R28), dall’altro lato l’umile accettazione (R27) e il libero riconoscimento dell’incertezza che onora il valore individuale e collettivo della cultura, quindi sia della conoscenza, sia della consapevolezza (R23).
SCORAGGIARE LA TROPPA CERTEZZA - la contaminazione culturale, quindi della conoscenza e della consapevolezza individuali e collettive, con dati e con argomentazioni collocati scorrettamente è dovuta al fatto che chi la esercita ottiene i vantaggi materiali e di visibilità e poi non è tenuto a rendere conto a nessuno del danno culturale che ha fatto - se invece queste posizioni dovessero essere verificate con estremo rigore e nel caso punite con l’impedimento temporaneo o definitivo di ulteriori pubblicazioni divulgative la libertà individuale sarebbe sacrificata, ma certe persone sarebbero scoraggiate da diffondere disinformazione e ignoranza.
>L’apertura e l’incertezza quando necessarie andrebbero incoraggiate punendo chi diffonde false certezze<
Gian Franco Dettori - lu14mag2018
R49<<L'APPARENZA CERTA
L'APPARENZA INGANNEVOLE>>R51
 
Se questo richiamo vi è piaciuto potete condividerlo
sTwitter, su Facebook, su Google+, su LinkedIn o su Pinterest
usando i tasti sotto il testo
 
Richiami attinenti
 
R46 - VARI TIPI DI APPARENZA >fiducia, certezza, incertezza, diffidenza
R47 - LA DISTRIBUZIONE DELL'APPARENZA >dall’apparenza all’opinione, alla verità, all’apparenza stessa o alla menzogna
R48 - L'APPARENZA AFFIDABILE >statistica, intuizione e maturità al servizio dell’opinione
R49 - L'APPARENZA CERTA >la cultura al servizio della verità
R51 - L'APPARENZA INGANNEVOLE >l'arroganza di chi crede di sapere e la sapienza di chi sa di non sapere
R67 - FIDUCIA, DIFFIDENZA, PRUDENZA >fidarsi o meno della verità, dei ragionamenti, dei consigli altrui
R5 - 1° RICHIAMO ALLA COERENZA DEL 2018 >una dote facile da pretendere ma difficile da vivere
R6 - IL MODELLO DI PERSONA COERENTE >un riferimento logico-pragmatico non sempre esemplare
R21 - IGNORANZA E MALAFEDE >quando l’ignoranza non è una colpa e quando può creare molti guai
R23 - CULTURA, SAPERE E CONSAPEVOLEZZA >i vari tipi di cultura e il ruolo di educazione, esperienze e persone stimate
R24 - LA CULTURA E L'IGNORANZA >sapienti, superbi, umili e arroganti
R25 - IL SAPIENTE E LA SAPIENZA >quando il sapere non è ostentato
R26 - IL SUPERBO E LA SUPERBIA >quando il sapere da risorsa preziosa monta la testa di chi lo possiede
R27 - L'UMILE E L'UMILTÀ >quando la propria ignoranza è riconosciuta senza ipocrisia
R28 - L'ARROGANTE E L'ARROGANZA >quando l’ignoranza è nascosta per esigenze emotive
R29 - CONOSCENZA E COMPETENZA >ignoranti, conoscitori inesperti e conoscitori esperti
R30 - LA DITTATURA DELL'IGNORANZA >perché spesso ha successo chi ha poca cultura
R42 - COMUNICAZIONE, CULTURA, FALSE NOTIZIE E INTERNET >come una risorsa culturale può diventare un limite e come porvi rimedio
R44 - LA SCIENZA CHIUSA NEL PASSATO E LA SCIENZA APERTA AL FUTURO >il progresso come ricerca di conferme o come apertura alle novità

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.  Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso clicca su "cookies policy"