R52 - APERTURA E OTTUSITÀ
>contenuti, interpretazione, funzionalità<
La complessità e l’importanza dell’apertura sono tali per cui questo concetto merita un richiamo a sé - in generale, se l’ottusità è incapacità di vedere al di là del proprio naso, l’apertura corrisponde a saper vedere oltre il proprio limitato punto di vista, il che può essere inteso in tre maniere diverse:
- 1 - l'apertura conoscitiva è riferita ai contenuti, è quella di chi non si fissa né sulla affidabilità delle proprie certezze né sulla loro completezza, e rimane disponibile a rivederle e a completarle alla luce di nuove evidenze (R67)
- 2 - l’apertura logica è riferita alle interpretazioni e appartiene a chi riconosce la relatività e la soggettività delle proprie opinioni senza rifiutare quelle alternative purché supportate da dati evidenti e da una teoria logica e coerente
- 3 - l’apertura funzionale è di chi è abbastanza intelligente da essere disposto a sacrificare la certezza dei contenuti e il rigore della propria logica a vantaggio di interpretazioni alternative più vantaggiose, individualmente ma soprattutto collettivamente, di modo tale da evitare inconvenienti o da promuovere opportunità altrimenti impossibili o difficili, possibilmente senza danneggiare nessuno.
L'OTTUSITÀ - specularmente riconosco tre tipi di ottusità:
- 1 - l’ottusità conoscitiva appartiene a chi si fissa con le sue certezze rifiutandosi di cambiarle o di completarle, a volte per una fiducia eccessiva e non sempre motivata nei confronti di altre persone
- 2 - l’ottusità logica è tipica di chi ha una stima di sé o di altre persone talmente alta da considerare i propri ragionamenti come gli unici validi, mentre gli altri ragionamenti sono rifiutati senza riserve
- 3 - l’ottusità disfunzionale è caratterizzata da una rigidità e da un rigore limitanti di cui le prime a risentirne sono le persone stesse che ce l’hanno.
AVERE E PRETENDERE L’OTTUSITÀ - i limiti maggiori all’apertura, quindi le fonti più frequenti di ottusità, sono le disposizioni interne individuali, ma contribuiscono a rendere ottusi anche le persone che pretendono una fiducia incondizionata nei loro confronti, e che non ammettono che la propria parola e le proprie argomentazioni siano messe in discussione, a volte facendo appello a ovvietà indimostrate o ad autorità spacciate per indiscutibili e per loro natura infallibili, oltre che in una presunta ma spesso indimostrata buona fede - ovviamente può essere disfunzionale anche un eccesso di apertura (R53).
>Se essere ottusi è grave, a volte pretendere una fiducia incondizionata è ancora più grave<
Gian Franco Dettori - me16mag2018
R51<<L'APPARENZA INGANNEVOLE
LA MODERAZIONE DELL’APERTURA>>R53 
 
Se questo richiamo vi è piaciuto potete condividerlo
usando i tasti sotto il testo
 
Richiami attinenti
 
R67 - FIDUCIA, DIFFIDENZA, PRUDENZA >fidarsi o meno della verità, dei ragionamenti, dei consigli altrui
R46 - VARI TIPI DI APPARENZA >fiducia, certezza, incertezza, diffidenza
R47 - LA DISTRIBUZIONE DELL'APPARENZA >dall’apparenza all’opinione, alla verità, all’apparenza stessa o alla menzogna
R48 - L'APPARENZA AFFIDABILE >statistica, intuizione e maturità al servizio dell’opinione
R49 - L'APPARENZA CERTA >la cultura al servizio della verità
R50 - L’APPARENZA INCERTA >onorare la conoscenza rinunciando a contaminarla
R51 - L'APPARENZA INGANNEVOLE >l'arroganza di chi crede di sapere e la sapienza di chi sa di non sapere
R53 - LA MODERAZIONE DELL’APERTURA >ingenuità, condizionabilità, utilitarismo
R21 - IGNORANZA E MALAFEDE >quando l’ignoranza non è una colpa e quando può creare molti guai
R23 - CULTURA, SAPERE E CONSAPEVOLEZZA >i vari tipi di cultura e il ruolo di educazione, esperienze e persone stimate
R24 - LA CULTURA E L'IGNORANZA >sapienti, superbi, umili e arroganti
R25 - IL SAPIENTE E LA SAPIENZA >quando il sapere non è ostentato
R26 - IL SUPERBO E LA SUPERBIA >quando il sapere da risorsa preziosa monta la testa di chi lo possiede
R27 - L'UMILE E L'UMILTÀ >quando la propria ignoranza è riconosciuta senza ipocrisia
R28 - L'ARROGANTE E L'ARROGANZA >quando l’ignoranza è nascosta per esigenze emotive
R29 - CONOSCENZA E COMPETENZA >ignoranti, conoscitori inesperti e conoscitori esperti
R30 - LA DITTATURA DELL'IGNORANZA >perché spesso ha successo chi ha poca cultura
R42 - COMUNICAZIONE, CULTURA, FALSE NOTIZIE E INTERNET >come una risorsa culturale può diventare un limite e come porvi rimedio
R44 - LA SCIENZA CHIUSA NEL PASSATO E LA SCIENZA APERTA AL FUTURO >il progresso come ricerca di conferme o come apertura alle novità
 
Pin It

logo lizard

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.  Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso clicca su "cookies policy"