Stampa
Visite: 782
R53 - LA MODERAZIONE DELL’APERTURA
>ingenuità, condizionabilità, utilitarismo<
Se essere ottusi vuol dire non essere capaci di vedere al di là del proprio naso ed essere aperti corrisponde a saper vedere oltre il proprio limitato punto di vista (R52), questo non significa che più una persona è aperta e meglio è - infatti, ciascuno dei tre modi con cui si manifesta l’apertura, cioè
(1) l’apertura a correggere e a completare le proprie conoscenze (apertura conoscitiva),
(2) l’apertura a considerare valide anche le opinioni altrui (apertura logica) e
(3) l’apertura a sospendere temporaneamente l’evidenza dei dati di fatto e il rigore dei ragionamenti per ottenere dei benefici altrimenti difficili o impossibili (apertura funzionale),
ciascuno di questi tre modi può essere portato agli estremi, con conseguenze diverse:
1 - l’eccesso di apertura conoscitiva porta a una ingenuità infantile, quindi a fidarsi facilmente delle apparenze o delle altre persone considerandole delle verità assolute o delle fonti affidabili o certe, come fanno i bambini e le persone poco mature
2 - l’eccesso di apertura logica porta alla facile condizionabilità, per la quale le ultime argomentazioni sentite o lette paiono le più convincenti e sono considerate le migliori
3 - l’eccesso di apertura funzionale può portare a privilegiare i propri interessi personali a scapito di quelli altrui o di quelli collettivi, da cui un utilitarismo egoista, e con esso una violazione dei dati e dei ragionamenti propri o altrui che a volte conduce a una grave insensibilità relazionale.
IGNORANZA O DISTRAZIONE - a volte l’ingenuità infantile, la facile condizionabilità e l’utilitarismo egoista sono scelte consapevoli, ma altre volte dipendono da un coinvolgimento emotivo tipico:
1 - di chi ha poca consapevolezza e cade facilmente in balia di un’emozione che fa perdere di vista dati di fatto innegabili, ragionamenti indiscutibili e i vantaggi collettivi
2 - di chi pur avendo una buona consapevolezza si distrae per un’emozione che anche in questo caso gli impedisce di contenere la sua apertura.
ATTENZIONE E CONSAPEVOLEZZA - quando l’eccesso di apertura è disfunzionale occorre che ci si concentri e che ci si imponga di contenerla entro limiti decenti - ci sono casi in cui i vantaggi che dà una fiducia cieca sono maggiori degli svantaggi o dei rischi, per cui può essere consentita ma senza esagerare.
>Quando l’eccesso di apertura è nocivo va controllato con attenzione, se è vantaggioso è ammesso ma va comunque contenuto<
Gian Franco Dettori - ve25mag2018
R52<<APERTURA E OTTUSITÀ
LA COSTITUZIONE E TWITTER>>R54
 
Se questo richiamo vi è piaciuto potete condividerlo
su Twitter, su Facebook, su Google+, su LinkedIn o su Pinterest
usando i tasti sotto il testo
 
Richiami attinenti
 
R46 - VARI TIPI DI APPARENZA >fiducia, certezza, incertezza, diffidenza
R47 - LA DISTRIBUZIONE DELL'APPARENZA >dall’apparenza all’opinione, alla verità, all’apparenza stessa o alla menzogna
R48 - L'APPARENZA AFFIDABILE >statistica, intuizione e maturità al servizio dell’opinione
R49 - L'APPARENZA CERTA >la cultura al servizio della verità
R50 - L’APPARENZA INCERTA >onorare la conoscenza rinunciando a contaminarla
R51 - L'APPARENZA INGANNEVOLE >l'arroganza di chi crede di sapere e la sapienza di chi sa di non sapere
R52 - APERTURA E OTTUSITÀ >contenuti, interpretazione, funzionalità
R67 - FIDUCIA, DIFFIDENZA, PRUDENZA >fidarsi o meno della verità, dei ragionamenti, dei consigli altrui
R21 - IGNORANZA E MALAFEDE >quando l’ignoranza non è una colpa e quando può creare molti guai
R23 - CULTURA, SAPERE E CONSAPEVOLEZZA >i vari tipi di cultura e il ruolo di educazione, esperienze e persone stimate
R24 - LA CULTURA E L'IGNORANZA >sapienti, superbi, umili e arroganti
R25 - IL SAPIENTE E LA SAPIENZA >quando il sapere non è ostentato
R26 - IL SUPERBO E LA SUPERBIA >quando il sapere da risorsa preziosa monta la testa di chi lo possiede
R27 - L'UMILE E L'UMILTÀ >quando la propria ignoranza è riconosciuta senza ipocrisia
R28 - L'ARROGANTE E L'ARROGANZA >quando l’ignoranza è nascosta per esigenze emotive
R29 - CONOSCENZA E COMPETENZA >ignoranti, conoscitori inesperti e conoscitori esperti
R30 - LA DITTATURA DELL'IGNORANZA >perché spesso ha successo chi ha poca cultura
R42 - COMUNICAZIONE, CULTURA, FALSE NOTIZIE E INTERNET >come una risorsa culturale può diventare un limite e come porvi rimedio

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.  Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso clicca su "cookies policy"