R58 - ARBITRARIETÀ DI RAGIONI E TORTI
>cosa vuol dire se dalla Spagna hanno accettato di accogliere l’Aquarius<
Dopo che ieri pomeriggio è arrivata la notizia che dalla Spagna, in modo particolare da Valencia, hanno dato la disponibilità di accogliere il barcone Aquarius con a bordo 629 tra rifugiati e migranti, in Italia le reazioni sono state diverse - da una parte alcuni hanno esultato, dando il merito al ministro dell'interno Matteo Salvini che, con un modo di fare tipico della destra, è passato coerentemente dalla parole ai fatti, ottenendo dopo pochi giorni di governo un risultato, quello della collaborazione da parte degli altri Stati europei, che i governi precedenti non hanno ottenuto in mesi e mesi di tentativi - dall'altra parte l'aiuto da parte di una città spagnola è stato visto come motivo di vergogna, di disumanità, di cinismo, per cui la chiusura dei porti italiani sarebbe stata una iniziativa irresponsabile, illegale e come tale punibile penalmente.
LE RAGIONI PROPRIE E I TORTI ALTRUI - le idee che ciascuno ha hanno una base emotiva legata a interessi personali, alla fiducia in altre persone o in istituzioni la cui autorevolezza non è messa in dubbio, ad aspettative o desideri o ad altri motivi, una base che poi va processata razionalmente con operazioni di accertamento che possono condurre
(1) a una conferma
(2) a un rifiuto
(3) a una correzione o
(4) a un arricchimento delle idee iniziali
- gli accertamenti razionali ovviamente devono partire da dati certi e quanto più completi possibile, di modo tale da dover completare meno possibile con delle interpretazioni logiche soggettive - in questo caso poche persone sapevano delle normative internazionali in materia soccorsi in mare, poche hanno saputo sacrificare le proprie idee soggettive iniziali per cercare dati di fatto oggettivi con cui confrontarle e poche hanno saputo trattenere la tentazione di sbilanciarsi tessendo le lodi del governo o condannandolo.
POCA UMILTÀ E MOLTA ARROGANZA - questi fatti dimostrano come, in tempi in cui le identità virtuali valgono quanto o più rispetto a quelle reali, l'umiltà (R27), cioè il riconoscimento e l'accettazione dei propri limiti anche conoscitivi, cioè della propria ignoranza, sia una dote sempre più rara - dall'altra parte l'arroganza (R28), una dote di chi "si arroga", appunto, il diritto di aver ragione pur non potendoselo permettere, prende invece il sopravvento - in parte anche io stesso, pur non essendomi sbilanciato, ho condiviso su Twitter dichiarazioni di una delle due parti, il che è profondamente sbagliato.
>Prima di sbilanciarsi prendendo posizione occorre informarsi non solo sulla correttezza ma anche sulla legalità della stessa<
Gian Franco Dettori - ma12giu2018

R57<<LA QUESTIONE RIFUGIATI E MIGRANTI
EROE MODERNO O PAZZO CRIMINALE>>R59
Se questo richiamo vi è piaciuto potete condividerlo
usando i tasti sotto il testo
 
Richiami attinenti
 
R60 - CONTROVERSIE IRRISOLTE >perché alcune divergenze risolvibili incontrano molte resistenze
R57 - LA QUESTIONE RIFUGIATI E MIGRANTI >interpretazione e soluzione di un problema molto grave
R55 - DAL FALSO MORALISMO ALL'OBBLIGO DI FARE BENE >dalle macerie di una politica pessima emergono motivi di ottimismo
R56 - LE POLEMICHE DOPO IL PRIMO VOLO DI STATO DI GIUSEPPE CONTE >dai giudizi arbitrari a una coerenza fittizia
R5 - 1° RICHIAMO ALLA COERENZA DEL 2018 >una dote facile da pretendere ma difficile da vivere
R6 - IL MODELLO DI PERSONA COERENTE >un riferimento logico-pragmatico non sempre esemplare
R21 - IGNORANZA E MALAFEDE >quando l’ignoranza non è una colpa e quando può creare molti guai
R23 - CULTURA, SAPERE E CONSAPEVOLEZZA >i vari tipi di cultura e il ruolo di educazione, esperienze e persone stimate
R42 - COMUNICAZIONE, CULTURA, FALSE NOTIZIE E INTERNET >come una risorsa culturale può diventare un limite e come porvi rimedio
R44 - LA SCIENZA CHIUSA NEL PASSATO E LA SCIENZA APERTA AL FUTURO >il progresso come ricerca di conferme o come apertura alle novità
R31 - LO STATO DI SALUTE DI UNA SOCIETÀ >educatori, amministratori e terapeuti rispetto alla salute di una società
R46 - VARI TIPI DI APPARENZA >fiducia, certezza, incertezza, diffidenza
R47 - LA DISTRIBUZIONE DELL'APPARENZA >dall’apparenza all’opinione, alla verità, all’apparenza stessa o alla menzogna
R54 - LA COSTITUZIONE E TWITTER >come una risorsa diventa un limite


Pin It

logo lizard

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.  Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso clicca su "cookies policy"